Non è necessario nulla di particolarmente complicato per rendere la nostra casa un posto sereno, tranquillo e stimolante, dove potersi godere la vita.

Del resto, quando si pensa alla parola Zen, la si associa automaticamente a qualcosa di rilassante e di calmo, caratteristiche che tutti vorremmo fossero presenti tra le pareti della nostra abitazione. Un’atmosfera di questo genere potrebbe persino renderci più produttivi e meno stressati rispetto a come ci sentiamo normalmente.

Ecco allora alcuni tratti che dovrebbe avere un’abitazione per procurare tanta pace.

Ingresso

La maggior parte delle entrate di casa soffrono o di troppa luce o di troppo buio. Per questa ragione, un’ottima idea è quella di equilibrare il più possibile la luce all’ingresso, per rendere l’ambiente più accogliente. Particolare che potrebbe arricchire questa novità è un tappetino sul pavimento.

La natura dentro casa

Tutti noi sappiamo quali effetti positivi possono avere le piante sulla nostra salute. Averne in ogni stanza della casa è utile per filtrare l’aria, aggiungere colore e contribuire ad un ambiente rilassato. Avere delle piante in casa può offrire una sensazione analoga a quella che ci pervade quando siamo a contatto con la natura.

Profumi Zen

Per stimolare l’olfatto in modo positivo, si possono utilizzare delle candele profumate con oli naturali, oppure un diffusore. Uno dei profumi migliori a questo scopo è quello a base di agrumi, che hanno un effetto energizzante. La lavanda, invece, favorisce il sollievo dallo stress e favorisce il rilassamento. Il bergamotto aiuta a sciogliere la stanchezza di una giornata pesante. Allo stesso modo, i fiori freschi possono illuminare la stanza con il loro profumo e il loro colore.

Luce soffusa e naturale

Per rendere la nostra casa una sorta di paradiso zen, il tipo di illuminazione è molto importante. Sarà utile concentrarsi su una luce calmante e soffusa. Meglio evitare che una luce forte venga proiettata direttamente dal soffitto. Meglio utilizzare lampade da terra, luci naturali e lampade da tavolo. In generale, la regola è avere tre fonti di luce in ogni stanza. La luce è un elemento stimolante e più è soffusa, più renderà l’ambiente rilassante. Nella zona notte, saranno utili alcune luci di lettura a parete. Anche le candele possono determinare un clima intimo e romantico. Anche una lampada di sale sarà utile per rendere piacevole l’ambiente.

Eliminare il disordine

Eliminare il disordine è fondamentale per ottenere un ambiente zen. E’ un’azione importante e a costo zero. Per cominciare, è necessario sbarazzarsi di tutto ciò che è inutilizzato. Il disordine influisce negativamente sullo stress! Per questo è necessario fare una pulizia completa della casa. Ogni giorno, poi, è importante dedicare 5/10 minuti per ritirare le cose lasciate in giro. Evitare troppi accessori e ornamenti o eliminarli del tutto. Ogni stanza andrà svuotata del maggior numero possibile di elementi, mantenendo così l’essenziale. Imparare a tenere la casa pulita e in ordine è il primo passo per creare un ambiente zen.

Minimizzare la presenza di apparecchi elettronici

I dispositivi elettronici sono una grande fonte di distrazione. Tv, computer e telefoni cellulari possono avere un impatto negativo sul nostro paradiso zen. Il televisore deve stare in una zona discreta e i cavi devono essere tenuti ordinati e non in vista. In camera da letto meglio non tenere né il telefono né il televisore, perché la loro presenza può disturbare il sonno.

Non è mai troppo tardi per creare il proprio paradiso in casa, generando finalmente un’atmosfera capace di sciogliere lo stress e di farci dimenticare le abitudini quotidiane. La casa dovrebbe essere un rifugio rilassante, fresco e riservato. Renderla un paradiso è più semplice di quello che si pensa!

 

Fonte: generazionebio.com