I bambini lo adorano, mentre tra le persone adulte c’è chi lo vive con fatica o addirittura con fastidio. Eppure il Natale è sempre stata la festa per eccellenza. Perché questa disaffezione?

E’ vero che negli ultimi decenni è andato sempre più affermandosi l’aspetto meramente consumistico di questa celebrazione. Siamo sommersi di messaggi mediatici che ci dicono cosa comprare, per la casa, la tavola, i regali. I mercatini natalizi iniziano a settembre e sono affollatissimi. In più la crisi economica rende molti di noi non in grado di spendere denaro per doni e decorazioni. Non c’è da sorprendersi che il Natale diventi uno stress.

Ma in fondo qual è il senso di questa festa? Nel momento più buio e freddo dell’anno si celebrano la luce, la nascita, o la ri-nascita, l’amore, la vittoria del bene sul male. Valori universali, non legati necessariamente a una religione. Ecco perché vale la pena di festeggiare, addobbare casa e circondarsi di cose belle, che mettano allegria.

Vediamo alcune decorazioni per la casa, a costo zero, o quasi.

Un tocco di verde, colore della prosperità e della calma, renderà la vostra casa immediatamente più viva. Rosso e bianco sono gli altri colori che fanno subito Natale.

Potete acquistare, o raccogliere, senza danneggiare le piante, rametti di sempreverdi, come pino, abete, magnolia, agrifoglio, vischio, ma anche olivo, felce, rosmarino, mirto, alloro, edera e farne dei mazzetti che userete come decorazioni per addobbare la vostra casa

Un vecchio secchio di latta o un cesto, riempiti di rametti, foglie e legno, qualche pigna, un filo di lucine elettriche e un po’ di buon gusto, diventano una splendida composizione per scaldare un angolo della casa.

Decorare le scale per Natale

Le scale si prestano bene ad essere decorate, con un tocco di verde e qualche luce. Se siete brave a cucire potete creare dei cuoricini imbottiti da appendere, potete farli anche con la colla a caldo, ritagliando vecchi tessuti fantasia, o un pezzo di feltro di colore rosso.  Rametti appesi anche alle sedie di casa, con un nastrino inventato da voi.

Con dei vasetti di vetro trasparente, di quelli che si trovano a poco prezzo e che vanno bene per lo zucchero e le marmellate, potete creare delle piccole lanterne, per celebrare come si convienel a festa della luce. Metteteci dentro una candelina e impreziosite l’esterno e l’interno con nastri, pigne, rametti e bacche, qualche luccichio di finta neve o brillantini. Di grande effetto e fragranza anche le stecche di cannella e l’anice stellato.

Albero di Natale in casa

L’albero di Natale è un’usanza antica e affascinante, è un simbolo comune a molte culture, quello dell’albero, rappresenta la vita. Da qualche anno a questa parte esistono aziende che offrono la possibilità di “adottare” veri abeti, con le radici, da portarsi a casa e decorare, per poi restituirli alla fine delle feste, perché vengano piantati a terra, in qualche parco. Se la vostra casa è piccola, potete accontentarvi di un ramo addobbato, in un bel vaso trasparente. Non ugualmente belli, ma pratici, sono gli alberi di plastica.

C’è anche chi opta per alberi di Natale sorprendenti, come quello che potete creare coi libri della vostra biblioteca, illuminati da un filo di luci.

Oltre alle solite palline e alle piccole luci, potete decorare l’albero con biscotti, agrumi tagliati a rondelle e fatti seccare, centrini di pizzo o di carta, gomitoli. Un’idea originale è quella di appendere ai rami vecchie foto di famiglia, quale occasione migliore per ricordare momenti felici e augurarsene di nuovi.

Evitate di spendere soldi per babbi natale di plastica da appendere alle finestre o palle lampeggianti che accecano i vicini. Sono oggetti brutti, costosi e un po’ deprimenti, del tutto inadeguati a una celebrazione che vorremmo più intima e piena di grazia.

 

Fonte: donnesulweb.it