I benefici di un impianto di irrigazione giardino interrato sono L’irrigazione interrata razionalizzata e costante, renderà il nostro giardino più bello e vitale e automaticamente susciterà in noi una passione arcaica per il verde.

Non dimentichiamoci che questo impianto irrigazione giardino interrato ci aiuterà nei momenti in cui saremo fuori casa, magari in vacanza.

Impianto di irrigazione interrata
Ma ora una domanda comincia a farsi avanti nella nostra testa:
Come fare un impianto di irrigazione interrato nel nostro giardino, senza avvalersi di alcun tecnico. La risposta è semplice ed immediata.La prima cosa da fare è individuare quale impianto irrigazione fai da te sia più adatto alle nostre esigenze, vediamo quali possono essere le differenti varianti di impianto con le diverse tipologie di kit irrigazione giardino:

– Per giardini oltre i 200 mq – è necessario progettare impianto d’irrigazione che preveda un minimo di 6 zone;
– Per giardini da 50 a 200 mq – si potrà adoperare il kit irrigazione interrata Colibrì di CLABER predisposto per un massimo di 2 zone;


– Per giardini e terrazze non oltre 100 mq –  l’ideale sarebbe un impianto di irrigazione fai da te  fuori terra con una sola zona programmabile;
– Per balconi, piccole terrazze e ambienti chiusi – sarà sufficiente un sistema di irrigazione fai da te Oasis di CLABER per irrigare fino a 40 giorni di autonomia, utilizzabile solo all’interno; per balconi e terrazzi è indicato un sistema di irrigazione a goccia.

Escludiamo l’ultimo caso che tratteremo in un prossimo articolo e passiamo alla prima fase:  progettare impianto di irrigazione.

SuggerimentoVi suggeriamo, prima di passare alla progettazione dell’impianto, di scaricare le guide sul fai da te di Claber, troverete tutto l’occorrente, irrigatori Claber, materiali e dritte per realizzare il vostro impianto di irrigazione.

1a fase, impianto di irrigazione prato e giardino interrato: la progettazione

Munitevi di carta, penna e metro, misurate il vostro giardino e disegnatelo in pianta, può essere utile disegnare sulla carta millimetrata usando un rapporto di un metro (in realtà) = un centimetro (su carta), per eseguire il rilievo in modo rapido e veloce, si potrà disegnare il giardino direttamente sul computer con CADCASA.

Per progettare uno schema di impianto di irrigazione giardino dimensionandolo in modo corretto si dovrà suddividere in zone lo stesso, tenendo presente che ogni zona può supportare al massimo 5 irrigatori pop-up ovvero gli irrigatori da giardino a scomparsa.

Impianto di irrigazione interrata: progetto in pianta
Ci sono dei calcoli che tengono conto della perdita di carico dovuta all’attrito che esercita l’acqua nelle tubazioni, per cui maggiore è il diametro del tubo, minore è la perdita di carico di conseguenza la portata è maggiore così come la pressione.

Ricapitolando nello schema impianto irrigazione giardino fai da te, che stiamo ideando,  con una tubazione di diametro 3/4 di pollici e una pressione iniziale di 3 bar un pop-up si ha un raggio di poco più di 4 metri.

Torniamo al nostro progetto e aiutandoci con un compasso ubichiamo sulla carta le proiezioni dei pop-up di irrigazione disegnando anche il centro che sarà appunto l’ubicazione dell’irrigatore.Ricordiamoci inoltre che alcuni irrigatori a scomparsa pop-up sono a getto regolabile da 0° a 360°.

2a fase sistema irrigazione giardino: installazione batteria di elettrovalvole

La batteria di valvole è l’insieme delle elettrovalvole di apertura e di chiusura dei circuiti in un kit irrigazione prato o giardino.

Una regola generale nei sistemi di irrigazione giardino è che il diametro del tubo usato per collegare la batteria di valvole alla linea di servizio, non sia inferiore al diametro delle valvole.

Alloggiamento elettrovalvole impianto di irrigazione interrata
Poi sarà necessario installare a monte delle elettrovalvole dei circuiti una valvola a saracinesca, in modo da poter isolare l’intero impianto, ad esempio per lavori di manutenzione.

3a fase: tracciare l’impianto d’irrigazione interrata sul terreno

Dopo aver disegnato l’impianto è giunto il momento di tracciare sul terreno il percorso delle tubazioni dei singoli circuiti di irrigatori interrati.

Piantiamo per terra dei picchetti in ogni punto dove è previsto un irrigatore.

Impianto di irrigazione interrata - fasi di realizzazione
Con una cordicella o con una riga di polvere di gesso sul terreno, tracciamo il percorso delle tubazioni di ogni circuito di irrigazione.

4a fase: scavare le canalette per poi posizionare gli irrigatori pop-up

Con una vanga scavare lungo il tracciato una canaletta con profondità minima 20/25 cm.

Per non danneggiare il tappeto erboso è sufficiente stendere un telo di plastica sul quale riversare il terreno di scavo.

Impianto di irrigazione interrata: canalette alloggio tubazione
Per il tubo collettore scegliete un tubo in polietilene e poi tutti gli eventuali raccordi irrigazione interrata così da creare un percorso continuo del flusso d’acqua.

5a fase: montare gli irrigatori d’irrigazione interrata

Una volta posizionato il tubo lungo il percorso, andiamo a posizionare secondo il nostro progetto, gli irrigatori o pop-up o a turbina.

Impianto di irrigazione interrata, montaggio irrigatori
Di facile installazione sono le prese a staffa, sulle quali va inserita la prolunga filettata per permettere il fissaggio dell’irrigatore. Basterà forare la tubazione con un trapano e una punta da 10mm in corrispondenza del punto dove va installato l’irrigatore e poi inserire la prolunga, che potrebbe essere tagliata a seconda dell’altezza.

6a fase: collaudo del circuito d’irrigazione interrata e chiusura trincee

Prima di interrare tubi e irrigatori, accertiamoci che la testa degli irrigatori sia a livello con il piano del tappeto erboso.

Inoltre consigliamo di procedere ad un collaudo che ci permetterà di verificare eventuali perdite nei raccordi e di ottenere una perfetta copertura di irrigazione.Ora possiamo rinterrare lo scavo, posizionando in superficie il tappeto erboso o riseminandolo. È opportuno ora, svuotare il circuito da residui di terriccio infiltrati durante la lavorazione, basta svitare le testine dei pop-up e far fluire acqua nelle tubazioni.

Programmatori per l’impianto di irrigazione giardino interrata

Adesso che il nostro impianto è pronto, dedichiamo un po’ di spazio per i programmatori.
Programmatore impianto d'irrigazione
Questi programmatori possono essere sia a corrente che a batteria; nel primo caso, il programmatore necessita di collegamento elettrico tramite il trasformatore già incluso per tutti i modelli.

 

Fonte: lavorincasa.it