Numerose malattie sono state collegate al glutine, la proteina presente in grano, segale e orzo. Si stima che il 99% delle persone che sono intolleranti al glutine o celiaci non hanno mai ricevuto una diagnosi corretta. Questo perché i sintomi legati a questo tipo d’intolleranza sono facilmente confondibili con altri legati ad altre intolleranze o a diverse patologie.

Ecco un elenco di 10 segnali che potrebbero essere ricollegati all’intolleranza al glutine e che dovrebbero farvi allarmare.

  • 1. Problemi digestivi come gas, gonfiore, diarrea e costipazione.
  • 2. Cheratosi pilare, (nota anche come ‘pelle di pollo’ sul retro delle braccia) che si verifica sia per una carenza di acidi grassi che per la carenza di vitamina A, causate da un malassorbimento del glutine che danneggia l’intestino.
  • 3. Sensazione di stanchezza, sonno e annebbiamento della mente  dopo aver mangiato un pasto contenente glutine.
  • 4. La diagnosi di una malattia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto, artrite reumatoide, colite ulcerosa, il lupus, psoriasi, sclerodermia o sclerosi multipla.
  • 5. Sintomi neurologici quali vertigini o sensazione di perdere l’equilibrio.
  • 6. Squilibri ormonali, come PMS, sindrome dell’ovaio policistico o infertilità inspiegata.
  • 7. Emicrania e mal di testa.
  • 8. La diagnosi di affaticamento cronico o fibromialgia (queste diagnosi indicano semplicemente che il vostro medico non è in grado di individuare la causa della vostra fatica o dolore).
  • 9. L’infiammazione, gonfiore o dolore alle articolazioni, come dita, ginocchia o fianchi.
  • 10. Ansia, depressione, sbalzi d’umore.