La vostra auto è vecchiotta e la carrozzeria è arrugginita?

La ruggine di solito fiorisce nei punti dove c’è dell’acqua stagnante, come negli angoli dei finestrini, nelle parti inscatolate dei cofani, intorno alle cerniere delle porte e sotto le portiere. In particolare nel sottoscocca, perché durante l’inverno il sale, fortemente corrosivo, sparso sulle strade si deposita e agisce chimicamente con la carrozzeria: ecco perché un controllo dell’auto andrebbe fatto periodicamente. Per qualsiasi motivo si è formata la ruggine, è bene intervenire subito per evitare che possa espandersi. Se la parte rovinata della carrozzeria è in bella vista è meglio lasciar fare il lavoro ad un carrozziere, invece, per piccole aree di ruggine possiamo decidere di intervenire noi stessi.

Circondiamo con del nastro adesivo in carta l’area da trattare, coprendo per un buon tratto anche la zona circostante.
Con la carta abrasiva carteggiamo la parte arrugginita fino a portare allo scoperto la lamiera, che faremo diventare lucida con la carta vetrata molto fine.

Al posto della carta possiamo utilizzare un disco abrasivo montato sul trapano, facendo però attenzione a non rovinare la carrozzeria premendo in eccesso.
Stendiamo poi con un pennello una mano di vernice antiruggine: il metallo assumerà un colore nero, grazie alla reazione chimica tra l’antiruggine e il metallo.

Aspettiamo, infine, 30 minuti. Applichiamo, con una spatola, l’apposito stucco metallico, dopo averne preparata una piccola quantità miscelando lo stucco e il suo catalizzatore: prepariamone piccole quantità per volta perché indurisce rapidamente. Lo stucco va steso con la spatola elastica d’acciaio, in strati sottili, fino al completo riempimento della zona, facendo attenzione che non ci siano “gradini” tra la vernice dell’auto e la zona coperta dallo stucco. Lasciamo asciugare lo stucco per almeno 24 ore.
Levighiamo quindi con della carta smeriglio fine (n. 400) bagnata e avvolta intorno ad una spugna abrasiva rigida. Levighiamo la parte stuccata fino a renderla perfettamente liscia e a livello con la vernice circostante. La carta smeriglio va sostituita più volte perché s’impasta con lo stucco. Se rimangono dei punti non a livello dobbiamo asciugare e ripetere il riempimento con spatola e stucco fino a pareggiare perfettamente tutta l’area.
Con un pennellino passiamo il liquido antiruggine e con una spatola applichiamo lo stucco metallico per pareggiare la superficie.

Lasciamo asciugare per altre 24 ore. Applichiamo quindi due o tre mani di vernice di fondo per formare uno strato compatto su cui farà buona presa la vernice di finitura. Se l’area da trattare è molto piccola possiamo usare una bomboletta spray, ma è molto meglio verniciare con la pistola a spruzzo applicata ad un compressore.
Quando la vernice di fondo è ben asciutta si ripassa con carta smeriglio bagnata, fino ad ottenere una superficie liscia.
Se non siete esperti e non avete mai maneggiato la carrozzeria della vostra auto rivolgetevi tassativamente ad un carrozziere

Leggi anche: RIVERNICIARE CARROZZERIA DI UN’AUTO D’EPOCA