Come scrivere una tesi di laurea è importante, ma è altrettanto importante sapere con chi scriverla.

Non ci stancheremo di ripeterlo: la scelta del relatore è fondamentale.

Non tutti i professori hanno la disponibilità di tempo necessaria per seguire la tua tesi di laurea, e sarebbe un vero peccato perdere la sessione o dover cambiare argomento per un necessario cambio di relatore.

Ipotizziamo ora che tu ti sia ben destreggiato nella burocrazia. Domanda di laurea fatta e approvata. Argomento già in mente. Tipo di tesi, anche.

Ora devi trovare il tuo relatore perfetto. A proposito, ecco qualche consiglio.

UN RELATORE CHE TI INTERESSA

Visto che hai già in mente il macro argomento della tua tesi, pensa al relatore che ti pareva più aggiornato sul tema. Prova a proporti e incrocia le dita. Ricordati che più ti mostri proattivo (ad es. portando già un’analisi della letteratura esistente sul tema o una scaletta di come vuoi affrontare l’argomento), maggiori saranno le tue chance di convincimento e le tue libertà di movimento. Forse così non rischierai di subire un argomento scelto da lui per suoi interessi e potrai invece approfondire i tuoi. Non dimenticarti che deve essere una materia in cui sostenere l’esame sia stato un vero piacere e abbia portato a buoni risultati (almeno un 27 è gradito).

UN RELATORE PRESENTE E IN SALUTE

Scegli un professore in buone condizioni di salute e presente: deve poter supportare lo stress e magari consolarti un po’ nei momenti di panico.

Trovare il relatore giusto non è semplice: fa sì che la tua scelta possa essere ben ponderata. Bada bene alla sua effettiva disponibilità: dovrai confrontarti con lui/lei molte volte, valuta che il tuo argomento gli/le piaccia e risponda ai suoi interessi attuali. Se il potenziale relatore intravede una propria personale utilità nel seguire il tuo lavoro… sei a cavallo!

Quindi, verifica subito almeno questi 3 elementi:

  1. gli orari di ricevimento
  2. i feedback dei tesisti precedenti
  3. la sua effettiva disponibilità e interesse per la tua tesi

CONOSCI IL TUO RELATORE (E FATTI CONOSCERE)

Presentati e raccontati bene al tuo relatore (non illuderti di essere per lui come il primo amore!): informalo del tuo percorso di studi e fagli capire che stai iniziando a lavorare sulla tesi, magari chiedendo a lui una bibliografia di riferimento sul tema scelto e preparando una bozza di indice.

NON ASPETTARE TANTO

La scelta del relatore non è facile ma non puoi aspettare tanto: sii rapido nella tua scelta! Così si inizia prima. Inizia a pensarci già da qualche mese prima, magari valutando un esame nel quale sei andato particolarmente bene o un professore che ti ha fatto davvero una buona impressione.

Speriamo che questi consigli siano stati utili. Confrontati anche con i tuoi colleghi, ogni università è un posto a sé, potresti scoprire delle notizie interessanti!

 

CAPITOLO PRECEDENTE: Come fare a scegliere tra Tesi Sperimentale o Tesi Compilativa

CAPITOLO SUCCESSIVO: Organizzazione e Metodo nella stesura della Tesi di Laurea