Uno dei compiti di un buon padrone c’è anche quello dell’igiene. Molti optano per portare il proprio animale, ogni mese, in un centro specializzato.

Come prendersi cura dell’igiene del cane e del gatto a casa nostra.

 

Scegliere lo shampoo giusto

La pelle ed il pelo degli animali hanno proprietà assai differenti da quelli dell’uomo. Scegliere uno shampoo adeguato al vostro cane è il primo passo nella cura dell’igiene. Si tratta di prodotti realizzati appositamente per il PH animale che permettono di migliorare la salute e l’aspetto del vostro amico.

Creare uno spazio adeguato

Per lavare il vostro cane, dovete ovviamente ricavare uno spazio adatto, all’interno del bagno o della vostra casa. Non si tratta di una precauzione solo di carattere pratico, quanto di un modo affinché l’animale si senta comodo e a suo agio. Pensate a un giardino, una veranda, un bagno grande per potervi muovere con tranquillità, senza ostacoli o possibili pericoli.

Proteggete le zone delicate

Le orecchie sono una delle zone più delicate del cane, specialmente durante il lavaggio. Cercate di evitare di mandare direttamente l’acqua negli orifizi dell’animale. Possono insorgere problemi come l’otite: tappate con del cotone le orecchie prima di iniziare il bagno, in caso vi sfuggi qualche spruzzo. Ricordate sempre che l’animale tenderà a muoversi e anche parecchio.

Temperatura dell’acqua

Non dobbiamo sottovalutare i rischi di utilizzare acqua troppo calda o fredda. Nonostante il pelo e lo spessore della pelle del cane, il rischio di provocare danni al vostro animale è concreto. Assicuratevi sempre che la temperatura del getto sia tiepida, in linea con quella ambientale. In caso, è sempre meglio regolarla verso il freddo rispetto al caldo. Il cane si sentirà più comodo e il lavaggio risulterà meno complicato anche per il padrone.

Iniziare il lavaggio

Una volta bagnato, applicate lo shampoo per cani sulle gambe e strofinate energicamente, per eliminare lo sporco. Arriverete poi dolcemente fino alle zampe e ai cuscinetti, una zona molto sensibile e dove si accumula maggiormente la sporcizia. Terminato il lavaggio del corpo, vi dedicherete alla zona della testa. Attenzione a ridurre il getto di acqua, proteggete orecchie e occhi per evitare problemi.

Come fare il risciacquo

Terminata la fase di insaponamento, iniziate a risciacquare dalla testa all’indietro usando una quantità abbondante di acqua. Strofinate con dolcezza smuovendo il pelo alla radice. Tutto il sapone dovrà essere eliminato: ripetete l’operazione fino a quando l’acqua non uscirà pulita da zampe e corpo.

Come fare l’asciugatura

Eccoci arrivati al punto più delicato per il vostro amico a quattro zampe. La fase dell’asciugatura può spesso spaventare il vostro cane. Se teme il phon o viene spaventato dal suo rumore, passate subito ad usare un normale asciugamano. Dovrete essere bravi ad asciugare rapidamente l’animale, usando più panni per velocizzare il più possibile questo passo.

Se è inverno, scegliete una giornata di sole per effettuare il lavaggio e, dopo aver usato gli asciugamani, ponete il cane all’aria aperta. Altrimenti potete provare gli speciali phon per cani, notevolmente più silenziosi di quelli tradizionali per noi umani.

Come spazzolare il pelo del cane

Avete quasi finito, manca un ultimo sforzo. Dopo minuti di lotta e coccole tra acqua e sapone, finalmente il vostro cane è ben pulito e asciutto. Utilizzando un pettine per cani, spazzolate l’animale dalla testa alla schiena e, solo alla fine, zampe e coda. Potrete applicare anche un po’ di profumo per animali, se non gli dà fastidio.

E ricordatevi che è fondamentale spazzolare il vostro cane ogni giorno.