Guida alla scelta corretta del materasso

Le domande alle quali rispondere per la scelta più appropriata sono: prezzo, dimensioni ed i materiali con i quali sono costruiti.

Ovviamente tutte queste caratteristiche devono poi essere messe assieme e soddisfare al gusto personale e alle necessità di ognuno di noi.

Ricordatevi però che in media ci passerete 7/8 ore al giorno della vostra vita, oltre a fatto che un materasso costoso non è necessariamente il migliore per un semplice motivo, il materasso migliore non esiste!

Sfatiamo un mito, I materassi antiacaro non esistono

La verità è che gli studi scientifici dimostrano e documentano il fatto che il materasso antiacaro non esiste.

Qualunque materasso, in realtà soprattutto quelli in lattice e in gomma, dopo qualche tempo vengono invasi dagli acari. Ciò avviene perché il buio, il tepore, l’umidità e i frammenti epiteliali, meglio noti come squame di pelle sono tutte condizioni già presenti nel letto in cui dormiamo. In effetti la stessa umidità già presente nel lattice, crea condizioni ancora migliori per gli acari e per concludere, questi materassi rilasciano micropolveri di lattice che possono provocare problemi a chi è già allergico a questo materiale.

I tessuti con cui sono rivestiti i materassi soggetti al “trattamento antiacaro” in realtà non risolvono il problema perché rilasciano sostanze chimiche che non riescono a eliminare gli acari, ma possono solo ridurre la presenza di alcuni  tipi di funghi e muffe.

 

Ora un pò di definizioni che vi permetteranno di capire non solo quello vi racconteranno i venditori ma anche quello che leggerete nei cataloghi delle aziende di materassi.

 

Resilienza del materasso

La resilienza è la misura dell’elasticità della schiuma di espanso. In questa prova una sfera d’acciaio viene fatta cadere sul campione da una data altezza, si misura in percentuale l’altezza raggiunta dalla stessa dopo aver rimbalzata sulla superficie della schiuma.

Densità

La densità è il peso per unità di volume della schiuma normalmente espressa in Kg/m3.

Densità materassi espanso

Questa non è la misura della durezza come nel caso delle schiume di lattice.

Portanza

La portanza è una misura di resistenza ad un carico, espressa in Newton per 323 centimetri quadri ad una data percentuale di compressione della schiuma. Per ottenere il valore si comprime il campione di schiuma con un piatto di 323 centimetri quadri fino alla percentuale prefissata dello spessore del campione.

Portanza materassi di espanso

Si legge quindi la forza necessaria alla compressione. Ad esempio un valore di 130 Newton al 25% indica che occorre applicare una forza di 130 Newton per comprimere il campione del 25% del suo spessore originale (da 100mm a 75mm).
Ne consegue che più alto è il valore e più dura è la schiuma di espanso.

Resistenza alla compressione

Anche la resistenza alla compressione è una misura di resistenza ad un carico espressa in Kilo Pascal ad una determinata deflessione della schiuma (solitamente al 40% del suo spessore originale).

Resistenza alla compressione materassi di espanso

La superfice del campione deve essere più piccola del piatto premente. Più alto è il valore e più dura è la schiuma. Metodo da noi usato per esprimere la durezza.

Ergonomia

In genere i materassi in lattice e memory sono più morbidi rispetto a quelli a molle e presentano rispetto a questi ultimi una tendenza minore a creare dislivelli stabili nel tempo.

La definizione di ergonomia è: scienza che studia l’interazione fisica tra individui e tecnologie. In sostanza, la tecnologia del “materasso ergonomico” fornisce agli individui le condizioni d’uso migliori in termini di utilizzo, approccio e genericamente comodità.

 

Troviamo in generale 2 grandi tipologie di materassi, quello realizzati a MOLLE e quelli con SCHIUME sintetiche o naturali.

 

Differenza tra materasso in lattice o memory

Materasso in lattice

La differenza tra i materassi lattice o memory è nel grado di resilienza. Il materasso in lattice è più resiliente di quello in memory, vale a dire che reagisce in tempi minori ritornando immediatamente alla sua forma originale nel momento in cui chi usa il letto cambia posizione (o si alza).

Il materasso in memory invece, come tutti i materassi in schiume evolute, tende a mantenere la forma che ha acquisito anche quando si cambia posizione proprio in virtù del materiale con cui è costruito, che tende a mantenere l’impronta del corpo, creando le migliori condizioni per accoglierlo. Questi tipi di “materassi con memoria“, proprio in virtù del maggiore calore che genera, può favorire la presenza di acari, che come abbiamo visto, proliferano in condizioni di maggiore calore e umidità.

In linea di massima suggeriamo a chi cambia spesso posizione durante il sonno, di scegliere un materasso in lattice, mentre il memory sarà più indicato per chi tende a dormire sempre nella stessa posizione.

 

Materasso a molle

Materasso a molle

La tecnologia del materasso a molle è vecchia di quasi un secolo, ma si è enormemente evoluta, tanto che oggi si sviluppano materassi a micromolle singoli con circa 700 o 900 micromolle insacchettate, e matrimoniali che ne montano 1.600 o 3.000.

Una struttura simile consente di distribuire il peso alla perfezione e di avere un materasso con una portanza tale da sostenere anche persone in sovrappeso o addirittura con problemi di obesità, pur mantenendo la stessa morbidezza di un materasso in lattice, ma senza deformarsi a causa delle sollecitazioni.

materassi a molle indipendenti, come tutti i materassi, finché funzionano bene hanno un’elevatissima resilienza, quindi quella reattività al movimento che regala la sensazione di rigidità e freschezza, oltre ad un’estrema elasticità.

 

Scegliere con competenza: materassi morbidi o duri? Accogliente o fresco?

Alcune persone amano sentirsi accolte dal loro letto, come in un nido di tepore, che registra addirittura la forma del corpo, altre invece cercano un riposo più dinamico, fresco, ma reattivo al tempo stesso.Qui si entra ancora di più nella sfera personale. La scelta del materasso, al di là dei problemi legati alle paure per il proliferare degli acari, dipende spesso più dal carattere delle persone che da necessità ortopediche.

Crediamo in ogni caso, che per chi soffra di mal di schiena, sarebbe opportuno fare una visita dall’ortopedico prima di scegliere un nuovo materasso sulla base di un commento letto su qualche forum. Meglio rivolgersi a chi ha la competenza per aiutarci.

La scelta del materasso è personale. Seguire i consigli letti su un forum può essere utile per orientarsi nella scelta, ma riguardano altre persone, non te, per questo crediamo che per quanta competenza possa esserci nei forum, sia più utile ascoltare se stessi e scegliere il materasso matrimoniale o singolo che più si sposa con le caratteristiche personali e la storia di ciascuno.

Misure del materasso, gli standard e le personalizzazioni

La lunghezza standard del materasso nord europeo è di 200 cm di lunghezza per 90 cm di larghezza, ma noi italiani, mediamente meno alti dei nostri cugini teutonici o scandinavi abbiamo materassi standard da 80 cm di larghezza per 190 cm di lunghezza. 10 cm in meno dunque sia in larghezza che in altezza, per quanto riguarda il letto a una piazza.

Le misure italiane per il materasso da una piazza e mezza sono di 120 cm di larghezza, mentre per il materasso matrimoniale si arriva ai 160 cm di larghezza. In tutti i casi la lunghezza rimane di 190 cm.

I principali produttori di materassi italiani tuttavia possono realizzare su ordinazione e con piena competenza, materassi con misure personalizzate specie in lunghezza per le persone molto alte, quindi anche 210 o 220 cm di lunghezza in base alle necessità, fornendo un servizio utilissimo a giocatori di basket, pallavolisti, atleti e persone molto alte in genere.

Materasso a molle rivestito in lattice

Se vuoi provare il meglio dei due mondi, puoi optare per un materasso a molle insacchettate rivestito da uno strato di memory o di lattice, in modo tale da avere le caratteristiche di bassa resilienza delle schiume di lattice o memory insieme alla reattività delle molle, per un riposo veramente personalizzato.

Nelle customizzazioni consentite dal mercato è possibile richiedere diversi tipi di materassi ibridi in base alle necessità. Anche in questo caso è opportuno ricordare che il materasso antiacaro non esiste, quindi è meglio scegliere una combinazione di questo tipo sulla base dei propri gusti.

Materassi di nuova generazione: i materassi a zone

materassi di nuova generazione vengono progettati tenendo conto che in zone diverse la resistenza elastica dev’essere maggiore, mentre in certe altre minore.

Ad esempio, nella zona delle spalle e del bacino, il materasso deve cedere di più, mentre sui lati è opportuno che il letto sia più rigido, quindi opponga una resistenza maggiore. In questo modo si ottengono le proporzioni giuste per un riposo perfetto!